Quando la Coca-Cola vendeva bevande puzzolenti

  • Franco 
logo Coca-Cola

La Coca-Cola Company, si sa, è una delle più grandi aziende del mondo. Anche i migliori però possono commettere degli errori: in questo articolo parliamo della fallimentare campagna ”Magic Summer ’90” che venne lanciata negli USA nel 1990.

La ”Magic Summer ’90”

Nel 1990 la Coca-Cola Company organizzò un concorso a premi: una specie di caccia al tesoro che consisteva nel distribuire casualmente circa 750.000 MagiCan tra i 200 milioni di lattine di Coca-Cola Classic in circolazione in America. Le MagiCan erano delle lattine speciali che, al posto della Coca-Cola, avevano all’interno premi in denaro da 1 a 500 dollari o buoni regalo.

A prima vista, sembrava davvero una gran bella idea. Tra l’altro, è costata 100 milioni di dollari ed è stata la più grande campagna di marketing della Coca-Cola Classic fino a quel momento.

Tuttavia, nella pratica, questa promozione era di difficile realizzazione. Per esempio, come fareste voi a fare in modo che le MagiCan pesino come le normali Coca-Cola Classic, per impedire alle persone di individuare facilmente le lattine vincenti? E come ce li mettereste 500 dollari in una lattina?

Quelli di Coca-Cola pensarono alle seguenti soluzioni:

  • I premi vennero caricati a molla, per farli per spuntare fuori dall’apertura una volta che la lattina era stata aperta.
meccanismo della MagiCan di Coca-Cola
  •  Per quanto riguarda il problema del peso, optarono per un’area sigillata all’interno della lattina, riempita con una miscela di acqua clorata e solfato di ammonio, maleodorante per scoraggiarne il consumo.

Bene ma non benissimo

Sfortunatamente, alcune Magican si inceppavano, mentre in altre si rompeva la parte sigillata, facendo fuoriscire il liquido puzzolente. Nel Massachusetts, addirittura, un bambino di 11 anni si sentì male dopo aver bevuto la miscela.

Come potete immaginare, le difficoltà tecniche (e la puzza!) hanno portato all’interruzione anticipata della promozione. Infatti, la campagna sarebbe dovuta durare dal 14 maggio al 15 agosto, ma finì già il 31 maggio: appena 2 settimane dopo il lancio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *